top of page

La pietra filosofale

Per prima cosa quando sentiamo la parola "pietra filosofale" automaticamente colleghiamo il libro e successivamente al film di "Harry Potter e la pietra filosofale", ma direi che parliamo di tutt'altra cosa, di alchimia e alchimista, già nel XII gli alchimisti parlarono di un agente necessario allo trasmutazione (tramutare i metalli in oro) di creare la pietra filosofale in grado di curare tutti i mali, per altri lo stesso significato lo ritroviamo nella quintessenza, elisir... ma per i latini era Lapis Philosophorum, la sostanza e simbolo dell'alchimia.

Anticamente si pensava che tutti gli elementi dell'Universo fossero formati dalla stessa sostanza identica e per ottenere questa pietra vi era un forno speciale ATHANOR o forno alchemico, in numerologia il forno alchemico è la nostra parte interiore che contiene gli elementi della nostra data di nascita.

La pietra filosofale è stata raffigurata anche sotto forma di uovo come forma di origine ancestrale della vita e più conosciuta l'immagine dell'urobo il serpente che si morde la coda il cui significato è quello di ricondurre la realtà al suo principio.

Tommaso d'Aquino teologo e cultore della materia, (Alchimia - ovvero trattato della pietra filosofale) riteneva possibile l'esistenza lo stesso è ritenuto un Maestro della Grande Opera.

Nell'Universo alchemico ogni realtà era correlata ad ogni altra, tutto era collegato nella sua essenza "tutto è tutto, ogni cosa è ogni cosa".


Possiamo dire che la pietra filosofale è l'uomo stesso è lo spirito universale e quindi difficile da poterne avere una descrizione chiara.

La Fonte Spirituale


pietra filosofale alchimia




32 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page